IC CODIGORO

Atelier creativi

Print Friendly, PDF & Email

Riportare al centro la didattica laboratoriale, come punto d’incontro essenziale tra sapere e saper fare, tra lo studente e il suo territorio di riferimento.
I laboratori devono essere ripensati come luoghi di innovazione e creatività.

L’atelier dell’IC di Codigoro nasce da un pubblico concorso con un progetto che unisce le pratiche tecnologiche artigianali a quelle digitali, nella sfida continua di crescita parallela di allievi e docenti. Possedere uno spazio qualificato per la progettazione ed esposizione dei prodotti tecnologici della scuola ha trasformato la didattica da strumento di comunicazione frontale a strumento di collaborazione fra le varie generazioni implicate nei processi d’apprendimento. Così come ha ospitato nell’anno scolastico 2017/2018 le attività iniziali di realizzazione di pupazzi ispirati agli animali del territorio del Delta e i fumetti digitali creati con tali personaggi, quest’anno ospiterà l’evento finale di una UDA verticale intitolata “Jeans, Art and Jewels” pensata per l’inclusione di tutte le classi della Scuola Primaria di Codigoro, e in verticale per la Scuola Dell’Infanzia e della Scuola Secondaria di Primo Grado. L’educazione allo sviluppo sostenibile necessita di un punto di partenza e tale è la nostra UDA, che utilizza i jeans usati, offerti dalle famiglie, e coinvolge esperti di Storia del Costume, di manifattura dei gioielli e, molto significativo, l’indirizzo moda dell’IIS N. Copernico A.Carpeggiani, che su alcune classi ha contribuito alla realizzazione di cappellini in jeans. I bambini hanno creato lavorando in gruppi in quasi totale autonomia. Anche quest’anno si prosegue a fine progetto con l’ideazione di un fumetto digitale, questa volta di impianto storico-sociale, a testimonianza della mission dell’istituto, che è formare cittadini consapevoli e socialmente competenti.  Per maggiori dettagli sulla UDA “Jeans, Art and Jewels”, vedi “UDA” nel menù di destra del sito.

——————————————————————————————————————–

E ora lo Steam entra in Atelier…..

 

Le pratiche dello Steam, “Science, Technology, Engineering and Mathematics”, fanno da tempo parte della didattica curricolare  d’istituto in progetti quali “Pippi”, che ha portato l’engineering del pensiero all’interno di percorsi di tecnologia basilare nelle fasi di prima accoglienza delle classi terze di quest’anno, o in quelli delle attività di coding delle classi seconde, dedicate alla realizzazione di cornicette tramite il pensiero computazionale, o ancora in quelli delle classi quinte, dedicati alla creazione di un fumetto prima cartaceo e poi digitale, ove il pensiero  si configura nello spazio e porta il bambino alla riflessione dell’engineering. Ora però, tramite un progetto in rete con scuola capofila l’IC di Ostellato e partecipanti anche gli IC di Mesola e Portomaggiore, lo Steam assume un aspetto ufficiale. Vi sarà il 13 marzo un incontro laboratoriale, condotto da esperti, presso l’Opificio Golinelli di Bologna

con le classi 5A e 5B della Scuola Primaria di Codigoro, guidati dall’insegnante Bolgarelli Carla, teso a realizzare la modellizzazione con stampa 3D di oggetti decorativi, progettati secondo le regole dei percorsi computazionali; successivamente, gli allievi si recheranno presso il nostro Atelier, per chiudere l’esperienza con attività specifiche della stampa tridimensionale.

Per gli aspetti legislativi vedasi….

——————————————————————————————————————-

——————————————————————————————————————-

 

Progetto Atelier Creativi 2017-2018

——————————————————————————————————————-

 

——————————————————————————————————————-

Fumetti Social Day