IC CODIGORO

La Scuola che vogliamo.

Print Friendly, PDF & Email

Oggi è stato un giorno diverso dagli altri per il Nostro Istituto Comprensivo.
All’apertura della Sede Centrale di via Massarenti 1 a Codigoro,
le Collaboratrici scolastiche hanno notato la porta d’ingresso forzata e la macchina distributrice di bevande spalancata.All’arrivo della Dsga sono stati chiamati i Carabinieri e proceduto ad una prima verifica del materiale sottratto dalle aule al piano terra e dagli uffici al primo piano. Sonno stati rubati una decina di pc portatili , alcuni collegati alle Lim didattiche e altri invece di nuovo acquisto con i Fondi stanziati dal Ministero per dotare l’Istituto di Tecnologia Informatica all’avanguardia.
L’ingresso degli alunni è stato ritardato di circa 15 minuti per permettere ad Eva e Lorenza, le nostre collaboratrici efficientissime, di sanificare cattedre e banchi e igienizzare gli spazi
“ violati”.
Nel frattempo i ragazzi e i loro Genitori hanno potuto constatare  l’impegno e la solerzia mostrati dalle  Forze dell’Ordine e dagli  insegnanti, che si sono prodigati per rassicurarli e far mantenere le opportune distanze di Sicurezza in regime AntiCovid. Una volta superato lo choc iniziale, la mattinata ha ripreso le normali scansioni orarie e successione di Discipline fino all’ora di uscita in Orario Provvisorio. Persino il Sindaco si è subito attivato per comprendere il danno e commentare l’accaduto. La Comunità tutta ha reagito stupefatta e amareggiata.
Oggi però l’intero corpo Docente ha discusso con gli alunni di Educazione Civica in maniera trasversale, come recita il nuovo Curricolo Didattico della Scuola Secondaria e ha condiviso l’importanza di educare al rispetto e alla conservazione dei beni che sono di tutti, per questo si dicono “ pubblici”. Il ruolo della Scuola oggi più che mai è fondamentale per far sì’ che si recuperino valori che paiono purtroppo dimenticati. Se per dirla con Einaudi “ Il grado di civiltà di un popolo si misura dal rispetto per la cosa pubblica”, questo Tempo è un tempo di buio e inciviltà, cui è necessario contrapporre Gentilezza, Gratitudine e Coraggio.
Per questo oggi Noi dobbiamo Ringraziare tutti coloro che  si sono dati da fare per ritrovare positività e fiducia,  nonostante l’esempio di violenza perpetrata in un luogo che dovrebbe essere preservato invece come Sacro, in quanto in esso si trasmette Cultura e Futuro alle nuove Generazioni.
Che sia Oggi esempio di ripresa e salvaguardia di Civiltà’ mostrare ai Giovani cosa ha valore davvero : aiutare, condividere, sostenersi e impegnarsi a discapito di tutto. Grazie a tutti Voi.

   La Dirigente Scolastica